MORINGA: I BENEFICI DI UNA PIANTA MILLENARIA

La chiamano “albero delle meraviglie”. Un nome più appropriato non si poteva trovare per descrivere la Moringa oleifera, pianta diffusa nelle aree tropicali e subtropicali, dove le popolazioni locali la consumano in abbondanza. Le grandi proprietà benefiche della Moringa sono uscite dai confini della cucina tradizionale africana e indiana, diventando oggetto di studio per la scienza, che ha rivelato l’elevata utilità di questa pianta millenaria per la salute umana. Le foglie e i semi, infatti, sono ricchi di proteine, calcio, ferro, potassio, vitamine (soprattutto C ed E), betacarotene, composti antiossidanti come flavonoidi e acidi fenolici, bioattivi come glucosinolati, isotiocianati, alcaloidi, tannini e saponine. La Moringa è dunque un alimento completo, che apporta poche calorie e sodio, ma tante vitamine, minerali e aminoacidi essenziali. Per questo è considerata un superfood, uno degli alimenti più interessanti a livello planetario.

Una risposta naturale contro la sindrome metabolica
La Moringa aiuta a mantenere il controllo del peso corporeo: agisce infatti sul corretto metabolismo dei lipidi e sulla funzione digestiva. È l’ideale nei periodi di particolare stanchezza, abbassamento del tono di energie e mancanza di concentrazione. Regola poi la sudorazione e la circolazione del sangue. Oggi l’albero della vita si può assumere in comode compresse, come integratore alimentare.