Sedentarietà: un nemico da combattere

La chiusura di palestre e centri sportivi, il tele lavoro, le chiusure di attività commerciali e l’invito a ridurre al minimo le uscite, hanno contribuito ad un incremento considerevole della nostra sedentarietà.
Passiamo dalla scrivania alla tavola, dal divano al letto, e conduciamo uno stile di vita inattivo e malsano, in grado di danneggiare nel medio e lungo termine la nostra salute.
L’Organizzazione Mondiale della Sanità, mettendoci in guardia in merito agli effetti negativi della vita sedentaria, afferma: “uno stile di vita sedentario aumenta le cause di mortalità, raddoppia il rischio di insorgenza di malattie cardiovascolari e diabete, favorisce sovrappeso e obesità, aumenta il rischio di tumore al colon, pressione alta, osteoporosi, disturbi del metabolismo, depressione e ansia“.
Un quadro di rischi che non possiamo ignorare e di fronte al quale, oltre a valutare un cambiamento sostanziale della nostra routine non appena questo sarà possibile, dobbiamo considerare con attenzione gli atteggiamenti posturali che assumiamo ogni giorno, così da ridurne gli effetti nefasti.

Come stai seduto alla scrivania? Ti capita spesso di provare dolore alla schiena o al collo?
Osservare con attenzione il proprio stato di salute e le proprie abitudini posturali è il primo passaggio da fare, per definire un vero e proprio piano d’azione a beneficio delle nostre articolazioni e del nostro generale stato di benessere.
Se la tua routine prevede, ad esempio, lunghi periodi di lavoro seduto alla scrivania, un primo ambito di intervento non potrà che riguardare la valutazione della correttezza della posizione e le possibili migliorie da adottare.
Un valido aiuto, a tale scopo, può derivare dal ricorso ad un cuscino posizionatore.
Una postura scorretta alla scrivania può determinare dolori alla schiena, alla cervicale, alle gambe, al coccige e perfino alla zona pelvica.
Il ricorso ad un supporto per la zona lombare o ad un cuscino anatomico, a cuneo, a ferro di cavallo, rotondo od ovale può correggere atteggiamenti posturali scorretti, costituire un sostegno aggiuntivo, od offrire sollievo in caso di problematiche specifiche quali un decorso post-operatorio, piaghe da decubito, emorroidi o prostatite.

Alcuni accorgimenti per evitare una vita troppo sedentaria:
Non restare seduto alla scrivania oltre un’ora. Ogni ora prenditi una pausa e fai un piccolo giretto di qualche minuto, riattiverai la circolazione e distendi i muscoli.
Se devi portare a casa spesa o altro materiale, prediligi molti viaggi con poco peso al posto di un solo viaggio con il massimo del peso trasportabile.
Premia i tuoi movimenti: acquista scarpe comode che ti permettano di camminare regolarmente, la bicicletta e’ un ottima macchina ammazza sedentarietà, non lasciarla in cantina, imponiti di fare un giretto, anche breve, tutti i giorni. Se le condizioni atmosferiche non lo consentono, sostituisci il giro in bici con una passeggiata.
Non temere il freddo e la pioggia. Se non ci sono temperature estreme, un consono abbigliamento ci permette comunque di fare la nostra piccola attività fisica.